fiore-di-loto

Rituale Fiore di Loto

80.00

Descrizione prodotto

Durata: 3 ore

Il Rituale ha inizio con due ore di percorso sensoriale, momento dedicato ad un totale relax e di preparazione ai trattamenti che verranno in seguito. Gommage esfoliante con farina di riso e sali rosa. Massaggio short con guanto di seta e burro ai fiori di loto.

Il fiore di loto è una pianta di origine orientale, considerata sacra in molte culture, che dobbiamo riscoprire: è il fior di loto, che ha numerose proprietà utili per il benessere e la bellezza, grazie ai principi attivi contenuti in fiori, foglie e radici.

Questa magnifica pianta, sacra in Oriente, svolge sui tessuti un’azione drenante, disintossicante e rassodante, alleggerendo anche le gambe

A differenza di tutti gli altri fiori, quando il loto inizia a germogliare, si trova sotto l’acqua sporca di laghi o piccoli stagni, circondato da fango e melma e tormentato da pesci e insetti.

Nonostante queste condizioni, il fiore di loto si fa forza e, crescendo, sale verso la superficie dell’acqua. E’ ancora solo un gambo con alcune foglie e un piccolo baccello.

Col tempo lo stelo continua ad allungarsi e il baccello lentamente emerge dall’acquitrino. E’ allora che il loto comincia ad aprirsi, petalo dopo petalo, nell’aria pulita e nel sole. Il fiore di loto è pronto per appagare gli occhi di tutto il mondo.

Nonostante sia nato in acque torbide, scure, dove la speranza di una vita bella sembra lontana, il loto cresce, supera le avversità e, ironia della sorte, quella stessa acqua sporca che lo ha visto germogliare si pulisce man mano che esso emerge.

Quando il loto si apre, non una macchia di fango o sporcizia rimane esternamente. All’interno poi non vi è traccia dell’acqua di provenienza. E’ puro, luminoso e bello.

Nel Buddismo il bocciolo del loto simboleggia il risveglio, la crescita spirituale e l’illuminazione. Nonostante il fiore di loto emerga dall’acqua sporca, rappresenta comunque la purezza del corpo, della parola e della mente.

Può essere concepito come una mente risvegliata, che cresce naturalmente verso il calore e la luce della verità, dell’amore e della compassione. Può apparire fragile, ma è flessibile e resistente, saldamente ancorato sotto la superficie dell’acqua.

Non c’è bisogno di essere buddhisti per capire che tutti siamo come il fiore di loto. Molti di noi vivono in acque torbide e pensano che non potranno mai arrivare in “superficie” per fiorire. Molti altri sono più vicini, sono solo germogli pronti e desiderosi di sentire il sole della vita sulla pelle. Non importa in quale fase della vita ci si trovi, si può sempre guardare il loto e vedere se stessi nella sua storia.

 

Durata: 3 ore

Il Rituale ha inizio con due ore di percorso sensoriale, momento dedicato ad un totale relax e di preparazione ai trattamenti che verranno in seguito. Gommage esfoliante con farina di riso e sali rosa. Massaggio short con guanto di seta e burro ai fiori di loto.

Il fiore di loto è una pianta di origine orientale, considerata sacra in molte culture, che dobbiamo riscoprire: è il fior di loto, che ha numerose proprietà utili per il benessere e la bellezza, grazie ai principi attivi contenuti in fiori, foglie e radici.

Questa magnifica pianta, sacra in Oriente, svolge sui tessuti un’azione drenante, disintossicante e rassodante, alleggerendo anche le gambe

A differenza di tutti gli altri fiori, quando il loto inizia a germogliare, si trova sotto l’acqua sporca di laghi o piccoli stagni, circondato da fango e melma e tormentato da pesci e insetti.

Nonostante queste condizioni, il fiore di loto si fa forza e, crescendo, sale verso la superficie dell’acqua. E’ ancora solo un gambo con alcune foglie e un piccolo baccello.

Col tempo lo stelo continua ad allungarsi e il baccello lentamente emerge dall’acquitrino. E’ allora che il loto comincia ad aprirsi, petalo dopo petalo, nell’aria pulita e nel sole. Il fiore di loto è pronto per appagare gli occhi di tutto il mondo.

Nonostante sia nato in acque torbide, scure, dove la speranza di una vita bella sembra lontana, il loto cresce, supera le avversità e, ironia della sorte, quella stessa acqua sporca che lo ha visto germogliare si pulisce man mano che esso emerge.

Quando il loto si apre, non una macchia di fango o sporcizia rimane esternamente. All’interno poi non vi è traccia dell’acqua di provenienza. E’ puro, luminoso e bello.

Nel Buddismo il bocciolo del loto simboleggia il risveglio, la crescita spirituale e l’illuminazione. Nonostante il fiore di loto emerga dall’acqua sporca, rappresenta comunque la purezza del corpo, della parola e della mente.

Può essere concepito come una mente risvegliata, che cresce naturalmente verso il calore e la luce della verità, dell’amore e della compassione. Può apparire fragile, ma è flessibile e resistente, saldamente ancorato sotto la superficie dell’acqua.

Non c’è bisogno di essere buddhisti per capire che tutti siamo come il fiore di loto. Molti di noi vivono in acque torbide e pensano che non potranno mai arrivare in “superficie” per fiorire. Molti altri sono più vicini, sono solo germogli pronti e desiderosi di sentire il sole della vita sulla pelle. Non importa in quale fase della vita ci si trovi, si può sempre guardare il loto e vedere se stessi nella sua storia.